HONG KONG

HONG KONG

Dalla parte degli studenti di Hong Kong
Dopo sei mesi dall’inizio delle proteste, lo scontro tra studenti e polizia si è fatto sempre più duro. Il 17 novembre l’attenzione si è concentrata sul campus del politecnico dove più di mille studenti e manifestanti si sono asserragliati resistendo con archi e frecce e persino con catapulte artigianali. La polizia ha risposto con acqua urticante e lacrimogeni. Il governo ha dichiarato che tutti i manifestanti che erano sul posto sarebbero stati arrestati e incriminati per ribellione, un’accusa che prevede dieci anni di carcere.
Dopo un durissimo assedio gli studenti hanno capitolato ma nelle elezioni i democratici, che sostenevano la protesta, hanno ottenuto il 90% dei voti.

Il Rinnovamento democratico parte dall’impegno militante di chi crede nelle proprie idee ed è disposto a lottare contro un potere fraudolento.

4 sono i nostri pilastri:

IDEALI
IMPEGNO
GENEROSITÀ
CULTURA

Non dimenticate l’appuntamento di mercoledì 4 in sala consiglio per l’assemblea indetta da Rinnovamento democratico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto